sabato 26 dicembre 2015

Le sibille. Una voce dal ventre della Terra

Baceno, chiesa dedicata a San Gaudenzio. L'arco delle Sibille.
Dalla terra una voce.
Un corpo sottile si solleva.
Il busto rotea in direzione del libro.
La donna si libra nell’aria.
Il testo delle profezie aperto attende la mano. 

martedì 22 dicembre 2015

Babbo Natale di sangue. I trascorsi oscuri di Santa Claus


M. Presnyakov. Odino. 2008. 

Nell'immaginario recente di noi occidentali, il leggendario Vecchio elargitore di doni si presenta sotto il diffuso stereotipo dell'adorabile omaccione in là con gli anni, ben pasciuto e dalla lunga barba bianca.

domenica 20 dicembre 2015

I Signori della Torbiera. E caccia barbarica sia..


Vi fu un tempo,

in quei secoli ingiustamente chiamati “bui”,

in cui uomo e natura non erano in concorrenza.

La caccia, rito antico imbevuto di simbolismo ,

non era praticata con armi da fuoco bensì col coraggio

e tra cacciatore e preda esisteva un profondo e fraterno

legame di rispetto reciproco.

venerdì 18 dicembre 2015

Yehoshua ben Yosef, Gesù figlio di Giuseppe

Arezzo, Basilica dedicata a San Francesco
«Dovrebbe essere stato ormai abbondantemente chiarito che Gesù e gli esseni erano contemporanei, e che vi sono molte probabilità che Gesù abbia avuto una sommaria conoscenza delle loro dottrine e pratiche religiose, della loro interpretazione della Bibbia e dei loro costumi sociali. È possibile che egli sia stato influenzato da loro anche senza aver dovuto visitare il monastero di Qumran; e non si può escludere che abbia osservato alcune pratiche religiose degli esseni non-qumranici »[1]

lunedì 14 dicembre 2015

L'oblio dei Natali che furono – seconda parte

(Cliccando qui potete trovare la prima parte)
Le storie seguenti, frutto della mia fantasia, narrano leggende popolari nord europee ed italiche esistenti.

Il prete

La Santa Messa della vigilia di Natale era terminata.
Le campane picchiavano solennemente la mezzanotte.

venerdì 11 dicembre 2015

Il cavallo nel simbolismo rituale. Al galoppo tra storia e leggenda.


                         
La storia del cavallo e del suo profondo rapporto con l’uomo ha radici ancestrali, talmente durature da poter affermare che, tra tutti gli animali, sia stato quello che ha segnato in maniera più decisiva il percorso evolutivo della razza umana.

giovedì 10 dicembre 2015

Le corna di Mosè

Roma, basilica di San Pietro in Vincoli.
Denominata Basilica Eudossiana dal nome della sua fondatrice, l’imperatrice romana Licinia Eudossia. Il luogo sacro deve la sua popolarità alla presenza del Mosè di Michelangelo. Interessante risalire alle origini dell’edificio sacro.

martedì 1 dicembre 2015

Diario di un medico d'altri tempi

25 Giugno 1875

Il registro dei battesimi di Biel menziona ancora, il 22 maggio del 1863, il decesso di bimbi non battezzati e portati alla cappella di Hohen Fluhen, in seguito ad una stupida credenza.” [1]

sabato 28 novembre 2015

giovedì 26 novembre 2015

La ballata del contrabbandiere

Lago di Codelago, Alpe Devero. Provincia di Verbania
Il fuoco riscaldava la piccola casa.
I bambini giocavano, specchiandosi nell’ombra del focolare.
La bricolla attendeva il nuovo viaggio.
Un bacio alla donna.
Una carezza ai figli. 

domenica 22 novembre 2015

L'oblio dei Natali che furono - prima parte

L'inverno, penetrava fitto nei cuori e nell'animo della gente fino ad incarnarsi nell'animo più profondo scuotendone il tormento, ed il pallido sole morente non lasciava scampo a funesti presagi di sventura e di morte. 

giovedì 19 novembre 2015

Il richiamo dei Giganti

"Scivola una forza imperscrutabile,
divina,
sconfinata.
Travolge ciò che resta dell'ego umano.
Al suo cospetto,
gli elementi si congiungono,
in un attimo etereo,
burrascoso,
pacifico."

mercoledì 18 novembre 2015

Torino, la collina e il mare

I solitari come me, tendenzialmente un po' malinconici, che hanno difficoltà a vivere la superficialità delle cose, sono da sempre già un po' vecchi
Paolo Conte

martedì 17 novembre 2015

Scheggino, sulle sponde del Nera.

Scheggino è un borgo umbro, tipicamente medioevale ma che mi ha colta di sorpresa. Per piccole cose ma... non si dice siano proprio loro quelle che contano? 

lunedì 16 novembre 2015

Piero Martinetti. Un filosofo canavesano.

La vita

Piero Martinetti nasce a Pont Canavese il 21 agosto 1872 primo dei quattro figli (tre maschi e una femmina, senza contare una bambina che morì piccolissima) dell'avvocato Francesco Martinetti (1846-1921) e di Rosalia Bertogliatti (1846-1927). 

domenica 15 novembre 2015

Nuda bellezza "a tutto tondo". Sensualità femminile, umana e divina.


Fin dagli albori dell’umanità, il concetto di bellezza nacque indissolubilmente legato al principio femminile: non soltanto dal mero punto di vista estetico, bensì anche quale simbolo ideale e sacrale, volto a comunicare precisi messaggi, religiosi, socio-antropologici e perfino politici.

sabato 14 novembre 2015

L'amore al tempo delle streghe

L’autunno colorava i prati.
La ragazza dagli ispidi capelli corvini rifletteva la natura.
Il sagrato della Chiesa attendeva.
La luce del giorno si spegneva.

venerdì 6 novembre 2015

Parigi misteriosa: le catacombe

E’ un tiepido pomeriggio di fine ottobre. 
Mi trovo a Parigi, in Place Denfert Rochereau
Davanti a me quasi due ore di coda, per entrare in un luogo così particolare da farmi dimenticare questo particolare, che si trasforma presto in piacere al pensiero di portare ai Viaggiatori una nuova storia. Voi però nel caso decidiate di visitarlo non dimenticate di prenotare il tour in anticipo su internet. 

martedì 3 novembre 2015

La Sindone brucia!


Torino, 12 aprile 1997
Mezzanotte è passata da poco.
Piazza Castello è buia, è tinta di nero. I lampioni schizzano chiaroscuri sul profilo bifronte di Palazzo Madama.

sabato 31 ottobre 2015

L'incanto dei Morti: il ricordo di un'antica tradizione dai semplici gesti contadini

Novembre, tempo di bruma, quando la prima brina del mattino copre con un velo bianco l’erba, ancora verde, e contrasta con i colori fiammeggianti delle foglie che stanno morendo, e si trasformano per dare nuovo nutrimento al terreno.

mercoledì 28 ottobre 2015

Che vengano bruciati vivi

"Il fine dell'Inquisizione consiste nella distruzione dell'eresia. Ma l'eresia non si può annientare, se non distruggendo gli eretici; gli eretici non si possono sopprimere senza sopprimere con essi i difensori e i fautori dell'eresia, e ciò può avverarsi in due modi: con la loro conversione alla vera fede cattolica, oppure quando, abbandonati al braccio secolare, vengono corporalmente bruciati."[1] 

martedì 27 ottobre 2015

Delitti, barbari e spettri nell'Italia ostrogota. Il tormentato regno di Teodorico

Budapest, piazza degli Eroi. Gli ostrogoti arrivarono dalla Pannonia, o attuale Ungheria

Agli inizi del Medioevo, dopo il crollo dell’Impero Romano (476 d.C, data canonica) il re degli Ostrogoti Teodorico il Grande, messa insieme un’orda di popoli barbari stanziati in Europa dell’est attraversò i Balcani con il consenso dell’imperatore d’Oriente Zenone e, collezionata una vittoria dopo l’altra, approfittando della crisi generale in cui versava l’Occidente penetrò con facilità in Italia.

mercoledì 21 ottobre 2015

Intervista all'archeoastronomo Adriano Gaspani: enigmi cosmici dalla preistoria al medioevo

Come inviato dei Viaggiatori Ignoranti recentemente ho avuto l’onore e l’opportunità di intervistare Adriano Gaspani, noto scienziato impegnato nel campo dell’Archeoastronomia, operante presso l’Osservatorio Astronomico di Brera. Le ricerche del dott. Gaspani in questi anni si sono indirizzate verso una serie di studi di rilevamento scientifico, volti a sondare numerosi siti archeologici di rilevanza astronomica databili dall’età protostorica a quella medioevale, ossia quelli più misteriosi e poveri d’informazioni, tanto in Europa quanto nel resto del mondo. Oggi il Dottore farà chiarezza sui molti interrogativi e miti da sfatare legati al moto delle stelle, che hanno accompagnato la storia umana nei secoli.

domenica 18 ottobre 2015

L'estate in cui l'acqua travolse tutto

Una bambina può ricordare il dramma?
A sette anni i ricordi si fissano nella mente.
Non scappano.
Non possono fuggire.
Siamo noi ad impedirlo.

venerdì 16 ottobre 2015

Le avventure degli altri. Ciao Gianfry.

Da bambina, volevo vivere come te. 
La mia casa, una baita nel bosco, i colori squillanti dei pennarelli nuovi. Il mio cibo, pezzi di pane nel giardino, per gioco nascosti, per gioco trovati.

mercoledì 14 ottobre 2015

Tra le pieghe del processo alle streghe di Triora

“Dicono che quando passava lei, il sole si ritirasse, e un'ombra nera la seguisse. Tutto diventava scuro; i muri si crepavano, le rose perdevano i petali e le donne incinte abortivano solo a vederla. Ma gli uomini la seguivano e, come attratti da un magnetismo irresistibile, diventavano preda della sua magia, schiavi della sua straordinaria bellezza. Aveva capelli lunghi e corvini che le scendevano lisci sulle spalle bianchissime, e occhi neri e profondi. Il suo volto era inespressivo, statuario, le mani sottili. Vestiva in abiti lunghi, di una stoffa pesante come i sai dei frati: io la vedevo sempre passare, la mia strega, e mi sarei venduto l'anima per lei.”

lunedì 12 ottobre 2015

San Colombano al Lambro: tra le mura rosse, ricordi indelebili di un tempo che fu...

Il borgo lombardo di San Colombano al Lambro è un nucleo abitato da 7000 "banini", adagiato ai piedi di un colle di origine subappenninica. Lontano 20 km dal resto della Provincia, è un raro caso di exclave milanese stretta fra le province di Pavia e Lodi.

sabato 10 ottobre 2015

Dove si innalzano brusche pareti di roccia.



Da qui, è facile fare ritorno diretto passando per le rocce. In queste valli, le attività umane, nel corso dei secoli, hanno richiesto la costruzione di gradini in pietra per collegare tra loro i terrazzamenti, perciò è possibile trovare dei percorsi anche negli angoli più improbabili. Qui viene sfruttato perfino il più stretto spazio utile tra le sporgenze rocciose.

giovedì 8 ottobre 2015

Seppellite il mio cuore a Superga.

Van Schuppen - Il Principe Eugenio di Savoia
Il cuore non è soltanto un muscolo.
Il cuore non si limita a battere: il cuore ci fa sentire vivi, e non lo fa soltanto pompando sangue. 

domenica 4 ottobre 2015

Persecuzioni, confessioni e roghi delle streghe della Valle Camonica

Nel 1484 Papa Innocenzo VIII promulgò una bolla dal titolo Sumis desiderantes affectibus.[1]
In questa bolla, il Papa, affermava la necessità di sopprimere la stregoneria nella valle del Reno e nominava i frati domenicani, Kramer e Sprenger, inquisitori incaricati di estirpare l’eresia in quella che oggi s’identifica con la Germania. I due frati, autori del Malleus Maleficarum, utilizzarono la bolla come introduzione al loro libro, che fu stampato nel 1486.
Il Malleus Maleficarum divenne il testo fondamentale per giudici, magistrati ed inquisitori. Il libro stabiliva un indissolubile legame tra stregoneria e sesso femminile, autorizzando la soluzione finale.

sabato 3 ottobre 2015

Piccole voci di una valle

Io visito sovente nel mattino
o pure nel crepuscolo rosato
un religioso tabernacolino
nel canto d'un chiassuolo desertato.

Ed al chiuso cancello intrecciato
sempre vi trovo qualche gelsomino,
o un fresco bucaneve immacolato
che vi dispone un gracile bambino.

Su l'altare di legno scolorito,
una Madonna in tunica di raso
piange soletta con rassegnazione,

e un bronzeo lucernino arrugginito,
tra le rose di carta dentro un vaso,
spande la sua rossa orazione

Tabernacolo, di Corrado Govoni (Da "Le fiale", 1903)

lunedì 28 settembre 2015

sabato 26 settembre 2015

Un'abbazia occultata tra i boschi lariani. San Benedetto in Val Perlana


L’antichissimo monastero silvestre di San Benedetto in Val Perlana fu citato per la prima volta nel diploma del 1031 con cui Litigerio, vescovo di Como, istituì sul sacro suolo della storica Isola Comacina la chiesa di Sant’Eufemia, di cui ancora oggi sopravvivono i pregevolissimi ruderi.

martedì 22 settembre 2015

Innocenzo Ratti: Fra Ratt


Innocenzo Ratti nasce a Milano l’11 febbraio 1806, figlio di Felice e Galletti Angiolina.
I Ratti appartengono ad una famiglia benestante residente a Massiola in Valstrona già da diverse generazioni, proprietari di miniere nella stessa valle, una sulla montagna sopra Massiola e una all’alpe Penninetto,sopra Campello Monti.

lunedì 21 settembre 2015

Carlo Borromeo. Il santo di ferro. Rigore. Sacrificio, Abnegazione.

 

Personaggio scomodo e discusso quello di San Carlo Borromeo: fu il primo santo dell’età moderna, soprattutto uomo del suo tempo, con le sue convinzioni e superstizioni. Alcuni ricordano la sua attività d’inquisitore, altri rammentano la sua attività propositiva in Milano.

domenica 20 settembre 2015

Tra le montagne del Canton Ticino.


Vallemaggia 
Gigantesche montagne d’incommensurabile altezza
Innalzate sulle valli, circondate tutt’intorno
Da possenti lastre di roccia ardite,
In un balzo enorme e insormontabile.
Tale valle era tanto remota e chiusa
Che la ricerca di età passate già era conclusa.
[John Hookham Frere]

sabato 19 settembre 2015

Carlo Bonatto Minella


Il pittore Carlo Bonatto Minella, nacque a Frassinetto (TO) il 10 agosto 1855. Ragazzo di umilissime origini (il padre faceva il boscaiolo), mostrò viva propensione per l'arte, ma, i suoi genitori essendo poveri, avevano difficoltà a farlo studiare. Infatti si può immaginare il disappunto e lo stupore di genitori di metà ottocento di fronte ad un figlio poco portato per i lavori agricoli ma con sorprendenti doti di artista.

giovedì 17 settembre 2015

Perché la Sindone si trova a Torino?

Alla fine dell’inverno scorso un’amica mi dona un libro sulla magia a Torino.
Sono piemontese ed il nostro capoluogo da sempre mi affascina.
Provoca molta curiosità.

martedì 15 settembre 2015

Andrea G. Pinketts: genio o mistero?


Abbiamo incontrato Andrea G. Pinketts nel suo covo. Abbiamo dovuto stanarlo. Sapevamo fosse in procinto di ricevere l’ennesimo premio letterario. Questo scrittore, eclettico quanto versatile, dice di scrivere “sotto influssi alla bohemien”.

lunedì 14 settembre 2015

La mula.


Le gocce di sudore colano dalla fronte. E dopo una sosta sul naso stalattite finiscono sull'asfalto rugoso. Ho lasciato all'alba la costa, le ombre lunghe della luce mediterranea. Sono sfilato davanti agli aspiranti bagnanti in coda sull'Aurelia.