Post

Il Papa bambino tra omicidi e sesso sfrenato

Raffaello Giovagnoli, nel suo romanzo Benedetto IX del 1899, immaginò l'aspetto fisico del Papa bambino deducendolo dalle incisioni riportate da Bartolomeo Platina. Lo scrittore pensava che il peggior Papa della storia, o uno dei peggiori, avesse le seguenti caratteristiche: “viso oblungo, bianchissimo di pelle, pupille turchine, capelli biondi, riccioluti e un po stempiato, affetto da leggero strabismo e dal naso aquilino, ben rasato. Veste probabilmente una tunichetta di seta bianca, tutta lavorata a fregi d'oro e stretta alla vita, mediante una larga cintura di cuoio tempestata di pietre preziose”. E' una storia sbagliata, un po' complicata. Tutto ebbe inizio poco dopo l'anno Mille con la nascita, nella città di Roma, di Teofilatto di Tusculum. Non conosciamo con esattezza la data di nascita del ragazzo. Sappiamo che tra il 1012 e il 1046 la casata baronale cui appartiene Teofilatto, la stirpe de Tuscolana, “sembra possedere il Papato per diritto ereditario”, (…

Il teatro della Misericordia

I conigli assassini dei libri medievali

Il crollo del campanile di San Marco

Le origini del Carnevale

E apparve un cavallo verdastro, il cui cavaliere aveva nome...