Post

Il sangue innocente del vile eccidio di Marzabotto

Nel mese di marzo 2016 abbiamo richiesto all’archivio della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana materiale inerente all’armadio della vergogna. Ritengo che tutto questo debba essere comunicato al pubblico nella forma di divulgazione più semplice possibile. L’espressione, relativa all’armadio della vergogna, fu ideata dal giornalista Franco Giustolisi nel corso di un’inchiesta per il settimanale L’Espresso.

Giulio Cesare e le invenzioni sui sacrifici umani dei Celti

Il medico condannato a morte per annegamento a Venezia

Mari Sandoz, un cuore sulle Grandi Pianure

Adelasia, regina bella e triste

Marjorie, la donna che scoprì l'impossibile

I bimbi rubati della Spagna cattolica di Francisco Franco

Le storia delle sette sorelle Sutherland, un modello di celebrità americana

In Oltrepò risuona la martinella del carroccio

I Pawnee e il sangue versato per il mais

Blue Whale, il gioco del suicidio

Il segreto dei bambini Inca sacrificati sulle Ande

Maestro Franz, il boia che descrisse in un diario tutte le sue esecuzioni

Giacomo Martino Modanesi, il prodigioso bimbo di Budrio

Rina Fort, la belva dalla sciarpa color canarino

Giulio Cesare Vanini, il bestemmiatore cui tagliarono la lingua

Gli scivoli delle donne e il rito di fertilità

I Khmer Rossi, flagello di un popolo

Il Nero e il Bianco

Nel tempo in cui i bimbi nati-morti erano degni al più di qualche sorriso

Ognissanti e Halloween, tra storia e tradizioni

L'Olocausto sulle figurine. La storia di Anna Frank

Guglielmo da Fenoglio, un santo burlone

I Korowai, i cannibali che vivono sugli alberi

La folle guerra nel ventre delle montagne